Regione Marche
Carattere: Carattere molto piccolo Carattere piccolo Carattere normale Carattere Grande Carattere Molto Grande | Mappa del sito | Contatti
Per i Consumatori
Prodotti, Rintracciabilità...
Piano di Comunicazione
Eventi, Rassegna Stampa ...
Voi siete qui: Home

COMUNICAZIONE Si.Tra.
PER I CONSUMATORI

Si comunica che, per lavori di manutenzione, il servizio Si.Tra. non sarà attivo nella giornata di lunedì 20/09/2021. Di conseguenza i lotti relativi a quella giornata potrebbero non essere rintracciabili da parte dell’utenza.

è il marchio della Regione Marche
che garantisce


  • QUALITÀ:garantita dal rispetto di un rigoroso disciplinare di produzione e da controlli indipendenti;
  • TRACCIABILITÀ: garantita per ciascuna fase e per tutti i soggetti coinvolti nel processo di produzione;
  • INFORMAZIONE: esauriente combinando le informazioni in etichetta con quelle disponibili su internet.

Scopri il Marchio QM

News

Approvato il nuovo disciplinare di tecniche agronomiche di produzione integrata
Con DGR n. 787 del 28 giugno 2021 la Giunta regionale ha approvato il nuovo disciplinare di tecniche agronomiche di produzione integrata.
Esso è parte integrante della disciplina regionale della produzione integrata la quale si compone dei seguenti elementi:
  • sezione “tecniche agronomiche” il cui disciplinare è allegato alla presente deliberazione;
  • sezione “difesa fitosanitaria e controllo delle infestanti” la cui disciplina è periodicamente aggiornata dal Servizio Politiche Agroalimentari;
  • “sistema dei controlli” basato sulle Linee Guida Nazionali per i Piani di Controllo approvate dall’Organismo Tecnico Scientifico del MiPAAF e pubblicate su sito www.reterurale.it e sul Regolamento Tecnico unico dei controlli approvato dalla Posizione di Funzione Sviluppo delle Aree Rurali, Qualità delle Produzioni, Innovazione e SDA di Macerata.
Tale disciplina costituisce uno standard di riferimento valido ai fini del Sistema Qualità Nazionale Produzione Integrata, del marchio regionale “Qm – Qualità garantita dalle Marche” dell’OCM e delle misure agroambientali del PSR.
Rispetto alla precedente versione del disciplinare regionale di produzione integrata, la nuova si caratterizza per i seguenti aspetti.
  1. vengono integrati alcuni aspetti tecnici alla sezione fertilizzazione, epoche e modalità di distribuzione, relativi all’impiego di fertilizzanti utilizzabili per i cereali autunno-vernini, in particolare per la distribuzione di matrici azotate;
  2. vengono revisionati alcuni aspetti tecnici relativi all’inquadramento della UTA/UPA aziendale;
  3. viene eliminato l’obbligo relativo ai sesti di impianto per singola coltura che diventa un suggerimento;
  4. viene modificata la scheda colturale della barbabietola da zucchero a seguito di approfondimenti con gli stakeholder della relativa filiera, in particolare per quanto riguarda l’elenco varietale che resta comunque un suggerimento;
  5. viene inserita la scheda colturale dello zafferano a seguito di richiesta della relativa filiera.
 

Approvato il nuovo Regolamento Unico delle procedure di controllo
Nella sezione Aziende / Normativa / R.T.C. è presente la nuova versione del “Regolamento Tecnico delle procedure di controllo del Marchio QM” approvata con DDPF n. 40 del 07/05/2021 che sostituisce la precedente versione, rispetto alla quale introduce cambiamenti per la filiera suinicola e per quella del latte AQ; piccole modifiche interessano invece aspetti comuni alle filiere (rintracciabilità, controlli di parte seconda, comunicazioni concessionari-OdC-PF, frequenza analisi OGM, controlli ispettivi nei settori delle carni, ecc.)
 

IL DQA DI ROMA SI AGGIUNGE ALL'ELENCO DEGLI ORGANISMI DI CONTROLLO DEL MARCHIO QM
La PF Sviluppo delle aree rurali, qualità delle produzioni e SDA di Macerata ha disposto - con decreto n. 81/DMC del 27/11/2020 - l’iscrizione del “DQA - Dipartimento di Qualità Agroalimentare s.r.l.” di Roma nell’elenco degli Organismi di Controllo e Certificazione accreditati per i controlli relativi al Marchio QM. Il DQA si aggiunge così agli altri 5 OdC già accreditati (CCPB, Suolo e Salute, CSQA, ICEA e Bioagricert) nonché all’Autorità Pubblica di Controllo dell’Assam (autorizzata con LR 23/2003).